Come scegliere il DIVANO

DSC_9961
Qual è il posto dove trovate l’unico momento di pace della giornata?Dove potete sedervi, sdraiarvi, sfogliare il vostro giornale, guardarvi un bel dvd, in assoluto relax?Se avete risposto il DIVANO, allora avete risposto bene.
Inseparabile compagno di Homer Simpson,  rifugio della single Bridget Jones, e luogo di ritrovo dei 6 ragazzi di Friends, il divano è da sempre un silenzioso accompagnatore dei momenti più belli della nostra giornata.
Per questo sceglierlo con precisione e calma, è importante.
Poltrone e divani sono disponibili in un’ampia gamma di forme e dimensioni, imbottiture e rivestimenti e le combinazioni sono pressoché infinite.
RIVESTIMENTI: per quanto riguarda i rivestimenti è bene raccogliere elementi riguardo al colore (alcune tinte sono sensibili alla luce), il lavaggio e scegliere, preferibilmente, un divano sfoderabile.
I tessuti più usati sono ciniglia, velluto, ma anche tessuti a trama semplice come cotone, lino e misto lana.
IMBOTTITURE: anche per le imbottiture esistono diverse varietà di scelta, ed anche per queste è bene farsi consigliare da un arredatore.
Le imbottiture possono essere di piume, che devono essere ogni tanto ravvivate, perché a lungo andare si comprimono, e di altre fibre,o meglio ancora di un misto delle due; quest’ultima opzione ha il vantaggio di unire sostegno e morbidezza.
Un divano di qualità è dunque, spesso un vero e proprio investimento; è bene decidere se lo si vuole in di ampie dimensioni o più compatto.
Ed è anche utile pensare al futuro e ai nostri progetti: nel caso la nostra vita sia un continuo spostamento e trasloco, il divano dev’essere eclettico, in modo da potersi combinare in ogni nuovo appartamento.
In alcuni casi può essere comodo scegliere un divano-letto che offre la possibilità al nostro salotto di svolgere una doppia funzione.
Divano Dolcevita